agosto, 2022

13agosto19:30Canti polifonici sacri e profani della SardegnaCUNCORDU E TENORE DE OROSEI19:30 Teatro AnticoCategoria:Musica

Acquista biglietti

PROMO DOPPIO SPETTACOLO
Cuncordu e Tenore de Orosei + Qlima € 22
acquistabile solo al botteghino del Parco Archeologico di Segesta

Canti polifonici sacri e profani della Sardegna

CUNCORDU E TENORE DE OROSEI
Massimo Roych
voche del Cuncordu
Mario Siotto bassu, trunfa
Gian Nicola Appeddu contra
Piero Pala voche, mesuvoche
Salvatore Contu voche del Tenore

 

Il Cuncordu e Tenore de Orosei è tra i migliori interpreti nel vasto panorama delle musiche vocali sarde. Oltre che per la loro eccezionale bravura, anche per la peculiarità del repertorio, che abbraccia entrambe le forme della tradizione vocale di Orosei: quella del canto sacro, tipica delle confraternite religiose, e quella profana del canto a tenore. Questa combinazione fa del Cuncordu e Tenore de Orosei i custodi fedeli all’eredità musicale ricevuta dai cantori anziani.

Il gruppo esegue nelle due particolari modalità a Tenore e a Cuncordu, i Gotzos (canti della Passione di Cristo), i balli tradizionali, le serenate d’amore e tutto il repertorio canoro sacro e profano del loro paese (Orosei è l’unico paese in Sardegna dove le due modalità di canto non hanno conosciuto interruzioni nel tempo).

Con la stessa passione sono disposti all’indagine e all’incontro con altre espressioni musicali: al Konzerthaus di Berlino, con le voci Bulgare “Angelitè” e il RIAS Kammerchor , con gli amici della piccola Repubblica di Tuva, gli Hu Hun Hurtu, o altre sperimentazioni con diversi musicisti quali Enzo Favata, Luigi Lai, Totore Chessa , i Tenores de Bitti, Nguyen Le, Mola Sylla, Luciano Biondin, Paolo Fresu, Ernst Reijseger (con cui hanno partecipato alla registrazione della colonna sonora di due film di Werner Herzog: “The Wild Blue Yonder” e “White Diamond”) e, in ultimo il progetto “Voci Nomadi” con i cantanti mongoli Ganzoring e Tsogtgerel, concerto carico di suggestioni musicali, con le voci che, pur lontane geograficamente, si avvicinano e si fondono in maniera straordinaria.

 

Durata 60 minuti

Ora

(Sabato) 19:30

Luogo

Teatro Antico

Aggiungi un commento

Cookie Policy
Termini e Condizioni
Privacy Policy

Privacy Preference Center

X